Cerca la proprietà che risponde alle tue esigenze

Come gestire i contratti durante il trasloco: l'allaccio luce

luce

 

Come gestire i contratti durante il trasloco: l'allaccio luce

Durante il trasloco sono molte le cose a cui pensare: l'allaccio luce e gas è una di queste. In primo luogo è necessario occuparsene entro i tempi prestabiliti, al fine di ottenere la fornitura al momento dell'ingresso nella nuova sistemazione. In secondo luogo è importante informarsi su tutti i documenti e gli step indispensabili per concludere correttamente il procedimento. Ecco tutte le informazioni utili.

Documenti per l'allaccio luce

Innanzitutto il primo passo per richiedere l'allaccio luce è, certamente, quello di occuparsi dei documenti per la domanda. Tra questi ci sono:

  • dati dell'intestatario del contratto, come nome, cognome, codice fiscale o partita iva
  • recapiti e contatti dell'intestatario, come email, indirizzo di residenza e recapito telefonico
  • indirizzo di fattura
  • codice POD del distributore
  • indirizzo della fornitura luce
  • dati catastali dell'immobile
  • informazioni sul pacchetto desiderato, ad esempio utilizzo domestico o non, potenza massima richiesta ed eventuali extra

Come richiedere l'allaccio luce

Richiedere l'allaccio luce non è così complesso, ma è fondamentale avere presente i passaggi indispensabili per svolgere correttamente il procedimento. Certamente il primo passo è scegliere la tariffa più adatta alle proprie esigenze, valutando diversi aspetti, quali:

  • il costo associato all'offerta
  • le promozioni e gli incentivi
  • i termini di pagamento accettati
  • le commissioni
  • altre informazioni, come l'utilizzo di risorse rinnovabili

Dopo aver scelto la promozione desiderata è possibile collegare l'elettricità, in seguito al lasciapassare del fornitore. Sicuramente in questo momento della domanda è necessario prestare attenzione alla sicurezza dell'impianto. Per questo può essere utile il parere di un professionista. Ad esempio le dimensioni dei cavi, il funzionamento degli interruttori, i collegamenti elettrici e lo stato dell'infrastruttura sono solo alcune delle caratteristiche da analizzare prima dell'allaccio luce.

I fornitori di energia per l'allaccio luce

Sul territorio sono molti i fornitori di luce e gas che si occupano non solo dell'allaccio luce, bensì anche della richiesta della voltura e del subentro. In particolare se la fornitura dell'immobile è ancora attiva è possibile richiedere la voltura, al contrario invece viene suggerito il subentro.

In entrambi i casi, fornitori come Enel a Cuneo e sul territorio, possono garantire la massima professionalità nel gestire l'allaccio luce e le diverse pratiche durante il trasloco. Inoltre optare per queste alternative può portare a un notevole risparmio economico sui costi di chiusura del contratto.

Come l'agenzia immobiliare può aiutare

Quando si organizza un trasloco le cose a cui pensare e che possono causare notevole stress sono tante. Trovare scatoloni, imballare gli effetti personali, organizzare lo spostamento degli arredi ingombranti e acquistare nuovi prodotti, sono solo alcune di queste.

Innanzitutto prima di entrare nella nuova casa è importante pensare alle forniture necessarie per vivere senza pensieri. Infatti l'allaccio luce e gas è essenziale per poter svolgere le funzioni di tutti i giorni, come ottenere acqua calda sanitaria e il gas per il riscaldamento e la cucina.

L'agenzia immobiliare può aiutare notevolmente nella gestione di queste preoccupazioni. Di fatti gli agenti immobiliari possono occuparsi personalmente di contattare i diversi fornitori, richiedere preventivi e organizzare l'allaccio luce. In questo modo è possibile togliersi alcune responsabilità e ansie provocate dal trasloco, delegando ai professionisti del settore. A questo link puoi scoprire alcuni servizi dell'agenzia immobiliare, che ti permetteranno di ridurre lo stress.

VIRTUAL TOUR

360 virtual tour

𝗩𝗨𝗢𝗜 𝗩𝗘𝗡𝗗𝗘𝗥𝗘 𝗜𝗟 𝗧𝗨𝗢 𝗜𝗠𝗠𝗢𝗕𝗜𝗟𝗘?
𝗔𝗙𝗙𝗜𝗗𝗔𝗧𝗜 𝗔 𝗣𝗜𝗘𝗠𝗢𝗡𝗧𝗘𝗛𝗢𝗨𝗦𝗘𝗦

Ormai è un anno che stiamo combattendo con questo virus che ha creato una situazione del tutto inimmaginabile nelle nostre vite.
Ma spesso bisogna cercare di rimboccarsi le maniche e trovare nuove strategie per poter continuare la propria attività.

E così anche noi abbiamo pensato di affidarci alla tecnologia.
Grazie all'utilizzo di una fotocamera sferica abbiamo implementato una nuova funzione: VIRTUAL TOUR


In questo modo i clienti acquirenti, che non possono recarsi a vedere l'immobile che desiderano, potranno "girare" all'interno dell'immobile direttamente seduti sul divano di casa.

Qui sotto potrete trovare il link di un virtual tour
https://ap.immo/vt/88236562
chiamaci al numero +39 017370325 o scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SuperBonus 110%

superbonus

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida al superbonus 110. La guida, aggiornata a febbraio 2021, contiene tutte le novità introdotte con la legge di bilancio 2021 che ha prorogato l'ecobonus 110 fino al 30 giugno 2022.

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/superbonus-110%25

 

Intervista Live Social Radio Veronica One

intervista veronica one

intervista a "Live Social Radio Veronica One" all'ing. Luigi De Vico Titolare dell'agenzia immobiliare Piemonteh houses

https://www.youtube.com/watch?v=8llOO-bVxis&feature=youtu.be

 

Che cosa succederà nel settore immobiliare?

previsioniGentile cliente,

talmente forte è stato l’impatto sanitario, demografico, psicologico, sociale ed economico a causa del Covid-19, che il primo semestre del 2020 rimarrà indelebilmente impresso nella memoria di chi l’ha vissuto ed è destinato, forse, a condizionare molti dei nostri comportamenti futuri.

Che cosa succederà d’ora in poi è ancora un’incognita. Le previsioni sugli scenari economici dei PIL nazionali e dei singoli settori, salvo alcuni casi, sono per lo più negativi.

Il settore immobiliare non fa eccezione. Dopo aver impiegato diversi anni per uscire dalla Grande Recessione, nel 2019 ha iniziato a registrare risultati che potevano far pensare all’inizio di un trend positivo. L’esplosione del Covid-19 rimette ora tutto in discussione.

Ma una cosa sono le previsioni su di un settore a livello aggregato e un’altra sono dei fenomeni locali e secondari, che possono presentare espressioni di controtendenza.

Molte famiglie sono state costrette a vivere rinchiuse nei loro appartamenti in città per oltre due mesi. Molti hanno realizzato quanto sarebbe stato più sopportabile, perfino piacevole, vivere in spazi più ampi o quanto avrebbero gradito disporre di aree all’aperto.

Grazie alla maggior diffusione del lavoro remoto, molti in futuro potrebbero lavorare da casa e recarsi nella sede aziendale solo una o due volte la settimana. In questa prospettiva, una residenza a 50-100 Km da una grande città potrebbe essere un’opzione, a fronte di una qualità di vita superiore (case di dimensioni maggiori, spazi aperti, qualità del cibo, dell’aria, dei rapporti interpersonali).

I nostri territori (Langhe, Roero, Monferrato) offrono questo tipo di offerta immobiliare, spesso di grande fascino e a prezzi contenuti.

Diversi professionisti, imprenditori, artisti di tutto il mondo, questa scelta l’hanno già fatta ancora prima del Covid-19 e hanno eletto queste colline come loro luogo di residenza. Ora forse molti altri ancora vorranno e potranno farlo.

Anche il settore turistico è e sarà molto penalizzato dal Covid-19. Ma ancora una volta l’analisi aggregata può non corrispondere alle realtà locali. L’offerta turistica delle nostre colline risponde molto bene a una domanda di turismo di prossimità, non di massa, a misura di famiglia, che offre piaceri sottili e che consente naturalmente e senza sacrificio un distanziamento sociale.

Per quanto riguarda il settore agricolo, non solo non abbiamo riscontrato un arresto, ma addirittura registriamo una crescita di interesse. Il bene agricolo è oggi, forse, l’unico vero “bene rifugio” che può dare risposta ad esigenze di diversificazione del patrimonio o anche di riconversione professionale.

Tutto quanto sopra non è solo una mia opinione, ma deriva da una serie sempre più numerosa di richieste di clienti in quest’ultimo periodo. Diversi articoli che delineano questo fenomeno sono già comparsi sulla stampa ed in rete.

Questi scenari ci fanno guardare con animo positivo al futuro che ci attende, che sarà certamente carico di difficoltà e di incertezze, ma anche di opportunità.

Dovremo saper riconoscere e cogliere queste opportunità, essere in grado di navigare nella tempesta e uscirne migliori.

Dovremo saper offrire a voi, i nostri clienti, le giuste opportunità di investimento, quali esse siano.

Assieme a tutta la gente e alle attività produttive locali anche noi dovremo, nel nostro piccolo, con laboriosità e fantasia, creare le condizioni per una ripresa vigorosa e stabile, per un Nuovo Rinascimento del nostro territorio.

            Vi aspettiamo tra le nostre colline!

                                                                                              Luigi De Vico